Fism Formazione

06 Ottobre 2018

PROCESSI DI VIRTUOSA CIRCOLARITA' TRA OSSERVAZIONE E PROGETTAZIONE AL NIDO


ISCRIZIONI CHIUSE


Costo partecipazione: 120, 00 - Il versamento dovrà essere effettuato con Bonifico Bancario, IBAN IT80Q0569611201000008226X51

 

 

La pratica osservativa nei contesti educativi come il Nido d’infanzia rappresenta uno degli ambiti di maggiore interesse e
complessità per i professionisti dell’educazione.
Che cosa si intende per “osservazione”? Quali strumenti si possono utilizzare per osservare? Che cosa osserviamo di solito? Dove? Quando e per quanto tempo? Sono tutte domande la cui risposta potrebbe sembrare addirittura scontata, ma che in realtà sottendono un preciso posizionamento a livello teorico e metodologico.
Si tratta di un terreno particolarmente delicato: impadronirsi di una metodologia osservativa sistematica rappresenta un’impresa complessa e impegnativa, che richiede la costruzione di pratiche di riflessione – anche condivisa – che rappresentano uno dei pilastri di un fare educazione di qualità. Un’altra questione rilevante riguarda le modalità e le strategie attraverso cui le evidenze dell’osservazione sistematica possono essere messe al servizio di una progettazione più mirata e consapevole, che – a sua volta – rappresenta la base di partenza per successive pratiche osservative che, di nuovo, alimenteranno la dimensione progettuale. Per avviare questo processo di virtuosa circolarità tra osservazione e progettazione è importante essere disposti, come educatori, non soltanto ad aprire il proprio sguardo professionale – e, per dirla con Bruner, a costruire nuovi “attrezzi” da collocare nella propria “cassetta” –, ma anche ad attivare un processo meta-riessivo costante, che in diversi passaggi non rimane a livello individuale, ma si intreccia con il percorso fatto dagli altri componenti del gruppo professionale.
Progettare le esperienze da proporre ai bambini, anche a quelli più giovani, significa mettere in campo dei ragionamenti di
prefigurazione – costruiti di nuovo a livello collettivo – rispetto a come si possano pensare alcune dimensioni legate agli spazi, ai tempi, ai materiali e ai raggruppamenti, nell’ottica di promuovere e sostenere lo sviluppo e l’apprendimento.
 
Dott.ssa Camilla Monaco
Psicologa dello sviluppo e dell’educazione, responsabile dell’Unità Specialistica Ricerca e Formazione, Federazione Provinciale Scuole materne di Trento.
 
Date:
Sabato 6 ottobre 2018 dalle ore 9.00 alle ore 13.00
Sabato 19 gennaio 2019 dalle ore 9.00 alle ore 13.00 
Sabato 16 marzo 2019 dalle ore 9.00 alle ore 13.00
 
Sede:
FISM Brescia, Via Bollani 20 , Brescia
 

Scarica depliant  Scarica prendersi cura-2-ASILO NIDO E PRIMAVERA.pdf